Premis Fem Pinya!

Seguimos con mucha ganas…bailando 🙂

Annunci

Point of view

2-06-2017

Andiamo in scena con lo spettacolo “Point of view” presso il centro civico Guinardó di Barcelona. Uno spettacolo di danza creativa realizzato con un gruppo integrato, dove ogni persona si è espressa secondo le sue possibilità.

Finalmente siamo una compagnia: La isla ha preso vita ed è formata da Giuseppe, Laura, Maite, Mila, Carme, Marta e Jordi ed io sono fiera di tutti loro.

Grazie al lavoro che hanno fatto ed alla emozione ed energia che  mi hanno trasmesso durante ogni prova…adesso…ADELANTE!!!

Si può fare, si può fare…

taller-terapia-del-movimiento-2017Venerdì 3 Febbraio è iniziato il nuovo laboratorio di Danza Creativa presso la sede di ASEM Catalunya, un’associazione che si occupa di bambini ed adulti affetti da patologie neuromuscolari.

Ogni persona di questo meraviglioso gruppo è la dimostrazione che, anche quando è presente una difficoltà del movimento, si può trovare il proprio modo di esprimersi attraverso la danza e di condividerla con gli altri.

Niños y padres bailan!

Taller de “Musica i moviment” para niños 18 meses-3 años y padres en el centre civic Vallvidrera, Barcelona.

Una nuova opportunità di apprendimento: le prime esperienze di musica e di movimento  per i bambini, vissute in uno spazio sicuro ed accogliente, insieme ai loro genitori.

Iniziamo dal ritmo: la voglia di correre e giocare che si trasformano nei primi passi di una danza spontanea che i genitori osservano e guidano attraverso il suono ritmato dato dal battito delle loro mani…

elena

Testimonianze

La parola agli allievi che, meglio di chiunque altro, possono spiegare cosa è per loro la Danza Terapia e come si è evoluto il loro percorso. Di seguito S. ci regala il suo racconto.

” Devo confessare che ho iniziato il percorso di DMT con una certa dose di scetticismo: mi sono dovuto ricredere.

Non è una forma di apprendimento tradizionale.

Non è un corso da superare, è un percorso guidato: Federica segue e osserva ogni singolo partecipante e adegua di conseguenza gli esercizi.

C’è un beneficio immediato : superato l’imbarazzo iniziale delle prime lezioni, si apre un momento di gioco, di distensione, di abbandono dei ruoli di cui , a volte (spesso), ci rivestiamo.

L’abbandono al gioco e alla musica mi ha permesso eliminare blocchi nell’uso del corpo ormai consolidati negli anni : ho iniziato a ballare con parti del corpo che prima non mi veniva spontaneo muovere, ho acquisito movimenti più morbidi e sensibili alla melodia, io che ero abituato a muovermi solo a scatti sulla base del ritmo.

Rappresenta l’ideale per (ri)acquistare fiducia nell’uso del proprio corpo per chi non ha esperienza di sport o di espressione corporea, ma con apparente leggerezza e senza l’impegno di un’istruzione formale e sequenziale.

Penso serva anche a chi ha già esperienza, purché sappia mettersi in discussione.

C’è un ulteriore livello : la DMT apre ad una comunicazione non verbale con l’altro e ha effetti più profondi. Di quest’ultimo aspetto non posso dare una testimonianza certa: sono all’inizio e vedrò…Anche se…Be’! In realtà devo ammettere che mesi fa non sarei mai esibito su un palco, tanto meno con (relativa) tranquillità.

E, confesso , in quel momento mi sono sentito veramente fico.” 

Dal canto mio, ricordo che il primo giorno S. mi ha detto che non garantiva di continuare il corso per molto tempo…dopo un anno e mezzo segue sempre le lezioni e…ne abbiamo fatta di strada insieme…

Torniamo in scena: 15 ottobre 2016

Ed eccoci di nuovo sul palco con “Le vie della danza”.

Lo  spettacolo è lo stesso, ma noi siamo diversi, il pubblico è composto da persone diverse ed il risultato finale mi ha reso orgogliosa di tutti voi!!! Poesia ed energia sono state la parole d’ordine. Ogni coreografia ha mostrato ciò che avevo immaginato per i ballerini e per gli spettatori e non posso fare altro che ringraziarvi, sentirmi fiera del percorso che avete intrapreso ed io insieme a voi tra paure e gioie.

Grazie a questo spettacolo, un nuovo progetto si affaccia all’orizzonte, nuove idee per raccontare attraverso la danza…